Giustizia dove sei ?

Un Blog di Pino Zarrilli

Lettera aperta al Dr. Piero Luigi Vigna

with 2 comments

Firenze li LUGLIO 2007

“LETTERA APERTA al Dr. PIERO LUIGI VIGNA”

Spett. Dr. Vigna,

sono Pino Zarrilli, da Firenze, che Le scrive:

Pur non conoscendoLa personalmente (come invece mia moglie), ma avendo letto il Suo “Intervento” sul quotidiano “La NAZIONE” di Venerdì 20 Luglio c.a. 2007:

LA FAMIGLIA, UN LUOGO DI NEMICI”; (All. 01)

e premettendo che per poter Lei meglio capire il quanto a seguire, Lei dovrebbe prendere visione di quanto in mia “Lettera Aperta al Dr. Ubaldo- Nannucci” –e Allegati– del GIUGNO 2007 (già in “WWW.GIUSTIZIADOVESEI.NET“, in cui inserirò anche la presente) Le dico che sono rimasto piacevolmente sorpreso che Lei abbia “messo un punto” sulle cosiddette “Tragedie Familiari” e della loro preoccupante crescita esponenziale.

Per la Sua pluridecennale esperienza, come Responsabile delle Indagini su: Terrorismo, Bande di Sequestratori, Mostro di Firenze, Procuratore Nazionale della D.I.A.. ecc.,

ritengo che questo suo; suddetto “Intervento” non sia dovuto al solo “metterci a conoscenza” dei freddi numeri-percentuali diramati dal Ministero dell’Interno. Ma anche “un punto” su cui, i Tanti-Troppi “non vedenti”, che “se ne occupano)”…, dovrebbero riflettere.

La vita, purtroppo, “mi ha fatto toccare con mano” TUTTI quanti

gli “argomentiche Lei cita e/o di cui si è occupato, la cui sintesi -oltre quanto già in “Lettera Aperta al Dr. Nannucci“- la può rilevare in mia, al DELINQUENTE “avvocato-cassazionista” Fabrizio Panella -Via di Novali 42 Firenze e/o Via Berars 21 Pocenia UDINE-, scrittagli il giorno di Natale 2004. (All. 02)

Ma è su un punto che chiedo la Sua Attenzione, magari con la speranza che qualche “Addetto ai Lavori”, ne possa trarre spunto e far si che “le percentuali diramate dal Ministero degli Interni” possano diminuire.

Cioè, come anche Lei potrà constatare, la maggior parte dei casi in cui “il coniuge uccide l’altro coniuge”… (in qualche caso anche qualche figlio-a… o anche qualche suocera-o… e/o, cognato-a, ecc…), avvengono SEMPRE a distanza di un anno – un anno e mezzo dalla Separazione-Fisica dei due coniugi. Cioè proprio nel periodo che, di media, da “Questioni tra marito e moglie”, il Tutto è già diventato “Affare tra Avvocati”… .

E la “Scopertura delle Carte, già “sul tavolo del Giudice di turno“… rivelano:

  • NON solo la vera identità della persona con cui si era convinti “di invecchiare insieme”… (che invece, nello specifico, come una ZINGARA della peggior specie, e/o come la PERFIDA “Malata di Mente” di sua madre, pur di impietosire-compiacersi. il Giudice o Magistrato, NON ha esitato NEANCHE nello Strumentalizzare l’ INNOCENZA di *******);
  • ma ANCHE che, proprio per essere da sempre una “persona normale e gentile” (perciò senza riserva alcuna) , ciò ha fatto sì che la cosiddetta “controparte” –con la certa complicità-Collusione dei propri “Legali”– ha posto “Professionalmente” in essere tutto quanto possibile di DISONESTO, FALSO, SUBDOLO e INGANNEVOLE (certamente inimmaginabile per una “persona normale e gentile”) pur di raggiungere il proprio scopo.

Ed è proprio quel “Nero su Bianco” di quelle “Carte già sul Tavolo del Giudice” che ti fa rendere conto che oltre all’aver già preso atto che “il luogo di comprensione, di relazioni affettive e amoroseNON è MAI esistito, se non nel proprio-singolo costante pensiero.

E che, sempre quel “Nero su Bianco”…, ti dice anche che stai per essere defraudato- di Tutto;

  • la Famiglia, del Tutto (a parte, comunque, l’ottimo rapporto con *******);
  • della tua casa… ;
  • della tua, e per te vitale, Attività… ;
  • delle cosiddette “Proprietà“… dovute ANCHE alle tue capacità, al tuo lavoro e ai tuoi sacrifici di una vita;
  • e anche dello Stato Sociale, per tuo impegno raggiunto. (All. 03 e 04)

E già questo, spero che anche Lei ne convenga, NON è POCO !!! e pertanto NON tutti sono in grado di reggere un così Tremendo Urto.

“Presupponendo” che chi, “forgiato dalla vita“, ha la forza di “rileggersi le Carte”… e di avere Fiducia nella GIUSTIZIA (proprio e ANCHE per la PALESE DOCUMENTABILITA’ del Falso e dell’Ingannevole Prodotto dalla cosiddetta “controparte”), con Fiducia vi si rivolge.

E proprio per la sua “normalità e gentilezza”… NON può, neanche lontanamente, aver pensato che gli Addetti alla Giustizia a cui si rivolge: NON Incarnano, NON Rappresentano (perlomeno nel caso specifico) ciò per cui sono Volontari e Stipendiati-Preposti.

Ma bensì sono nient’altro che “il Baluardo” di una Casta di INTOCCABILI, …”a prescindere”…, anche dalla loro Documentata Delinquenzialità !

Da ciò, ne sono convinto, la CAUSALITÀ’ di Tanti-TROPPI “delitti-omicidi intrafamiliari”.

Ma la cosa più aberrante e abnorme, è che “l’avvenuto delitto”, di riflesso, diventa una vera e propria PIETRA TOMBALE sulle SOSTANZIALI e FORMALI RESPONSABILITÀ di chi, “Professionalmente” e CINICAMENTE, consapevolmente aveva certamente “messo in conto-preventivato” ANCHE “la Tragedia Familiare”.

Per poi…, se NON hanno fatto in tempo a “Rinunciare al Mandato“…, magari “parlando a nome delle Famiglie in Lutto“…, indicare-imporre, ai Mezzi d’Informazione, il cosiddetto “Silenzio Stampa”.

Con consequenziale “Silenzio Indagatorio”, sul Tutto !, cosi da rimanerne “comunque” Impuniti !.

Inoltre:

Ricordandomi, in questi giorni, che “qualche anno fa”… la Dr.ssa Gemma Brandi mi regalò una copia di “IL RE e il folle”, riguardante “OMERTÀ” e INFAMIA”(All. 05)

(mi chiese di fargli mie eventuali considerazioni—valutazioni : … avevo cominciato… ma poi cominciò questa mia Allucinante Odissea… e mi fermai a pag. 23),

così…, “per conoscerla un po’ meglio” (di quanto da Articoli di Stampa o di Suoi Interventi-Tavole -Rotonde su “RTV 38”), mi sono letto il Capitolo-Conversazione a cui Lei ha partecipato. (All. 06)

Di cui, nel merito, apprezzo e condivido la Tesi del Dr. Mario Jannucci -“Sincera Dissociazione Personale, SENZA Delazione su altri”. Il quale, già “trent’anni fa”… -il Dr. Mario Jannucci-, e per la sua eccezionale Sensibilità, e per la sua impareggiabile Empatia, per il vero bene di Tutti, MAI io vidi “tentennare” davanti ad alcun interlocutore.

Ma non è di questo, di cui, per cui ho deciso di scrivere a Lei Dr. Vigna (mi creda, avevo già cominciato a scriverLe quando “mi è venuto” di leggere anche ciò di cui sopra).

Però… rileggendo “un passaggio” in cui il Dr. Jannucci “richiama il Calamandrei”:

“Ricordatevi che il processo è soprattutto studio dell’uomo”;

a cui Lei: “Infatti. Questo sentimento io l’ho sempre avuto nella mia vita di magistrato: chiunque mi trovi davanti, qualsiasi cosa egli abbia fatto,….”.

Ed avendo, io, giorni fa saputo (da Articolo di Stampa) che il Dr. Alessandro Crini fa parte del Dipartimento Investigativo Antimafia (la cosiddetta “D.I.A.”), di cui Lei ne è stato, meritoriamente il Procuratore Capo Nazionale. E pertanto sono portato a ragionevolmente dedurre che Lei conosca bene il suddetto Dr. Crini, e, mi farebbe MOLTO piacere se Lei potesse darmi una Ragionevole Spiegazione sullo INSPIEGABILE comportamento: “Investigativo”, “Deduttivo” e Decisionale che il Dr. Crini ha tenuto nel Proc. N° 11710 – 03 e nel consequenziale Proc. 3336 – 04 (entrambi allo stesso Assegnati).

Dalle cui Carte-Documenti inerenti, palesemente emerge, da parte del Dr. Alessandro Crini:

  • Eccessiva… “Simpatia ?…” nei confronti di Radola Nada (e/o del DELINQUENTE avv. F. Panella) ;

ed

  • Eccessiva.. . . “Antipatia ?…” nei confronti del sottoscritto Zarrilli Pino.

Arrivando Addirittura -sempre il Dr. Alessandro Crini– ad IMBOSCARE-OCCULTARE-NASCONDERE mia successiva Denuncia-Querela nei confronti del DISONESTO e SUBDOLO avv. Angelo Maurantonio che “naturalmente” era l’ “Assistente Legale” di Radola Nada.

Non so, Dr. Vigna, se questa mia meriterà la Sua Attenzione e/o eventuale Suo interessamento. Se così fosse, per quanto mi compete -come persona direttamente interessata-:

con la presente La Autorizzo a poter prendere visione ed eventuali Copie dei sottoelencati Procedimenti: N° 11710 – 03; N° 3336 – 04 ; quanto di MOLTO PARZIALE del N° 3720 – 04 ; e N° 4086 – 04.

Se necessitasse di “anticipazione” sulla Vera “Personalità” di

Radola Nada, spero sia sufficiente quanto Le evidenzio in suo Manoscritto-Diario : “A Pino… del Febbraio 2002”. (All. 07)

Ah!… stanotte (forse condizionato da quanto ieri sera letto -cliccando su “Dottor Nannucci“- in “La morte di Cinzia Banelli, raccontata dai marito“) ho fatto un sogno…, un brutto sogno… “che, pur lontano fisicamente dal sottoscritto, ha percosso fortemente i miei occhi e le mie orecchie”, proprio perché “commesso da persona –da sempre– NORMALE e GENTILE”.

In Attesa di Sue per eventuale urgenza: *****************

I miei più Cordiali Saluti

Zarrilli Pino

Annunci

Written by Pino Zarrilli

30 luglio 2007 a 7:38 pm

Pubblicato su Uncategorized

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. Povera e mendica vai giustizia mia…

    della crema

    8 dicembre 2011 at 12:46 am

    • NON è la iustizia “Povera e Mendica”… sono i TROPPI Disonesti e Cinici suoi Addetti.. che rendono Mendicanti di Verità chi alla Giustizia si rivolge…

      Pino Zarrilli

      8 dicembre 2011 at 10:54 am


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: