Giustizia dove sei ?

Un Blog di Pino Zarrilli

Opposizione a Richiesta di Archiviazione D.Q. dr.ssa DAVIA

with 2 comments

TRIBUNALE DI GENOVA

 Ufficio del Giudice per le Indagini Preliminari

 

P.C. Ministro della Giustizia
P.C. Procura Generale della Corte di Cassazione
P.C. Consiglio Superiore della Magistratura

 Oggetto: ATTO DI OPPOSIZIONE ALLA RICHIESTA DI ARCHIVIAZIONE
E RICHIESTA DI PROSECUZIONE DELLE INDAGINI
Vs. Rif. N. 9076/17/Mod. 44

 

Ill.mo Sig. Giudice per le Indagini Preliminari,

il sottoscritto Pino ZARRILLI, nato a Calitri (AV) il 28/12/1950,
Residente e domicilio in Via Montegrappa n. 12
50127 FIRENZE,

Denunciante-querelante nei confronti della Pubblico Ufficiale dr.ssa Anita Maria Brigida DAVIA (da cui il Procedimento in oggetto), ritenendo Arbitraria, Ingiustificata e FuoriLegge la richiesta di Archiviazione da parte del P.M. dr. Francesco Paolo Cardona Albini,         (All. 01)

con la presente si propone formale

OPPOSIZIONE ALL’ARCHIVIAZIONE PER I SEGUENTI MOTIVI:

A) NON è accettabile che la mia Denuncia Querela, contenente Nome, Cognome e Indirizzo della Denunciata-querelata, sia stata iscritta a Mod. 44, ovvero “nei confronti di ignoti” (?)
-già PRE-eccepito e motivato al paragrafo 8 di quanto chiesto nella mia D.Q.-
(“forse” da così depistare eventuali Ispezioni Ministeriali?…)

B) il P.M. dr. Cardona Albini, senza alcuna Indagine svolta e senza alcuna acquisizione della documentazione da me PRE-indicata, e senza aver ascoltato alcun Teste da me già PRE-indicati, nelle SUE “motivazioni” giustifica l’operato della dr.ssa Davia, con palesi omissioni, inesattezze e Arbitrarie “interpretazioni”, riportando “a supporto” proprio le STESSE “motivazioni”-Falsità e Omissioni- della Denunciata-querelata(?)
Ovvero:

1) quando a pag 2 della sua richiesta di archiviazione scrive “… all’esito del suddetto procedimento, è stata accertata l’esistenza tra le parti dell’impresa familiare nel periodo intercorrente tra il 1. 1. 1998 e il 7. 1. 2004…”, il dr. Cardona Albini OMETTE di scrivere che fin dall’Atto di Citazione e reiterato anche in seguito, che il ns Ricorso al Tribunale verteva proprio nella richiesta di accertare ANCHE che l’Impresa Familiare, DI FATTO era già in essere dal Marzo 1996  e che NON vi è mai stata alcuna cessazione per come previsto sia dall’Art. 230 bis C.C. e TANTOMENO  come previsto dall’Atto Notarile che il dr. Cardona Albini “richiama” con “1  Cfr. pagg. 3-4 della sentenza (sub all. n. 26) e (sub doc. n. 5 allegato al ricorso);

2) sempre a pag. 2 quando scrivea) la dedotta omissione del contenuto degli atti processuali non è altro che un sintetico richiamo per relationem ad atti sicuramente conosciuti dalle parti del processo (3)”, il P.M. dr. Cardona Albini “trascura” (come già ampiamente esposto nella mia D.Q.) che, DI FATTO, con la scusa del “sintetico relationem” SONO STATI OMESSI Fatti Sostanziali e Determinanti per un DOVUTO accertamento della Verità a 360 gradi sulle dichiarazioni delle due parti in causa così come previsto dal Giusto Processo sancito dal 1° e 2° co Art. 111 Costituzione e pertanto, conseguenzialmente, una DOVUTA Giusta Sentenza;

3) sempre a pag. 2 quando scriveb) la mancata indicazione dei documenti prodotti dallo Zarrilli all’udienza del 12.12.2016,… ….termine stabilito per le produzioni documentali e le istruttorie, termine che, alla data della predetta udienza, era già ampiamente decorso”, il P.M. dr. Cardona a Albini dimostra di non aver tenuto conto di quanto da me scritto-indicato ed esposto al paragrafo 3 di “Punto A)” della D.Q. e TANTOMENO ha tenuto conto di quanto scritto-indicato ed esposto al paragrafo 4 del suddetto “Punto A) della D.Q.;

4) quando a pag. 3 scrive “… le dichiarazioni testimoniali, possono essere liberamente valutate dal giudice (…?…), purchè questi fornisca –come nel caso di specie (…?…)motivazione idonea, esaustiva ed immune da contraddizioni (5).”, il P.M. dr. Cardona Albini “trascura”-OMETTE quanto scritto-indicato ed esposto al “Punto 8” della mia D.Q. e dai relativi “(All. 16, All. 17 e seguenti All. 19 e 20);

5) sempre a pag. 3 quando scrived) la pronuncia sulla illegittimità dell’estromissione dello Zarrilli dall’impresa familiare e sulle conseguenti richieste risarcitorie non è stata omessa intenzionalmente dal giudice, poiché tali domande non sono mai state oggetto del ricorso presentato dal denunciante.”, il P.M. dr. Cardona Albini “trascura”-OMETTE quanto scritto-indicato ed esposto al 2° paragrafo del “Punto A)” della D.Q.;

6) quando a pag. 4 scrive… il mancato assolvimento dell’onere probatorio gravante sul ricorrente, con particolare riferimento alla provenienza del denaro con cui furono acquistati gli immobili e saldate le spese per le ristrutturazioni… l’espletamento della richiesta CTU… avrebbe avuto natura meramente esplorativa, quindi non sarebbe stato ammissibile, in forza dell’art. 2696 c.c.. Si evidenzia altresì che lo Zarrilli avrebbe comunque potuto presentare –facoltà che ha invece trascurato di esercitare- istanza di esibizione dei documenti asseritamente in possesso della controparte (cfr pag 11 denuncia) ai sensi dell’art. 21o c.p.c., e che dal rifiuto ingiustificato di ottemperare all’ordine di esibizione il giudice avrebbe potuto desumere argomenti di prova ex art. 116 c.p.c.;”, il P.M. dr. Cardona Albini “trascura” OMETTE quanto scritto-indicato ed esposto ai “Punti 8 e 9” –pag 10/13 della D.Q.- e nel relativo “(All. 29)”. Da cui, se avesse letto con attenzione e tenutone di conto, certamente il P.M. avrebbe convenuto che (oltre a quanto di umanamente possibile esposto e prodotto dal ricorrente) SOLO con una CTU Tecnica contabile amministrativa e Tecnica sugli immobili si poteva accertare la veridicità o meno sulle FORTEMENTE contrastanti asserzioni delle due parti in causa;

7) sempre a pag 4 quando scrive…, infine emerge l’insussistenza della pretesa violazione , che nella prospettazione del denunciante sarebbe stata intenzionalmente commessa dalla dott.ssa Davia, degli artt. 89. 96 c 3, 116 c. 2, 117, 409 e 421 c.p.c.: tali norme, infatti, attengono a poteri riservati alla discrezionalità del giudicante,… … che la dott.ssa Davia avrebbe consapevolmente disatteso il disposto normativo dell’art. 420 c.p.c. ovvero omesso di segnalare all’Ordine degli avvocati competente la violazione del dovere di lealtà e probità da parte dei difensori della convenuta, ai sensi dell’art. 88 c.p.c.;”, il P.M. dr. Cardona Albini DICHIARA che un “Assistente Legale”… può Delinquenzialmente scrivere, in Atti di Causa, tutte le Falsità, Ingannevolezze, Calunnie, Offese e Provocazioni che “gli pare e piace” senza che gli vengano contestati gli Art. di cui sopra perché una “Giudice”, disonesta come la dr.ssa Davia,  ha COMUNQUE “la discrezionalità” di NON tenerne di conto…!!!.
“Prescindendo” anche dal fatto che a richiedere l’applicazione dei suddetti Articoli di Legge, sono stati richiesti, in Atti di Causa, dall’Assistente Legale del convenuto Zarrilli.

 

Dal tutto, in Sostanziale Sintesi, il P.M. dr. Cardona Albini “giustifica” il disonesto operato della Denunciata-querelata dr.ssa Anita Maria Brigida Davia, NON tenendo in DOVUTO conto di quanto scritto-indicato ed esposto al “Pertanto, e ricordando” a pag. 11/13 della D.Q.  e nel relativo “(All. 30)al riguardo dei Poteri Istruttori del Giudice –ex Art. 421 C.P.C.- con le specifiche inerenti PROPRIO sul “Rito del Lavoro”…!!!…

 Pertanto, visto e comprovato la Totale inerzia d’indagini da parte del P.M.

SI CHIEDE

che il Giudice per le indagini preliminari voglia ordinare la prosecuzione-effettuazione delle DOVUTE indagini preliminari indicando al Pubblico Ministero le indagini da eseguire:

  • Pre-acquisizione sequestro del Fascicolo della Causa di Lavoro n. 1807/2009, presso il Tribunale di Firenze e riscontro degli Atti contenuti con quanto da me dichiarato e in parte già comprovato con gli allegati alla presente D.Q.;
  • Pre-audizione-interrogatorio del dr. Vincenzo NUVOLI, c/o Corte d’Appello di Firenze, affinchè confermi o meno quanto da me esposto-dichiarato al “Punto F” di Premessa della presente;
  • Pre-interrogatorio della dr.ssa Anita Maria Brigida DAVIA, c/o Tribunale di Firenze, affinchè confermi o meno quanto Realmente avvenuto e dichiarato dai Testi e dal sottoscritto Zarrilli (quest’ultimo anche mostrato) alle Udienze del 27 Luglio, 10 Ottobre, 21 Novembre e 12 Dicembre s.a. 2016, di cui ai “Punti 6, 7, 8, 9, 10 e 11” e relativi allegati  –dal 18 al 23– della presente ;
  • Pre-audizione-interrogatorio dell’avv. William TRUCILLO, del Foro di Salerno e dell’Avv. Sarah Musio, perché presenti alle suddette Udienze e potranno confermare o meno  parimenti alla dr.ssa Davia;
  • Pre-audizione-interrogatorio del Luogotenente Maresciallo dei Carabinieri della Polizia Giudiziaria presso il Tribunale di Firenze, affinchè confermi o meno quanto dal sottoscritto Zarrilli dichiarato scritto nella Nota” a pag. 7/14 della presente;
  • Di essere ricevuto e ascoltato personalmente dal Pubblico Ministero incaricato, a cui mostrare gli Originali che cito in narrativa e in caso di dichiarazioni mendaci, discordanti con quanto da me dichiarato e scritto, da parte dei suddetti di cui ho chiesto il Pre-interrogatorio, di fargli ascoltare ed eventualmente consegnargli le Audioregistrazioni, da me effettuate durante le suddette Udienze con la dr.ssa Anita Maria Brigida DAVIA, come unico modo di poter dimostrare, se occorresse, che la Parola di un Onesto cittadino può certamente valere molto più della “parola” di Disonesti “Addetti alla Giustizia”… ;

Si chiede infine che la S.V. Ill.ma Voglia, ai sensi dell’art. 410 c.p.p., fissare udienza di comparizione delle parti in Camera di consiglio per la discussione e di notificarmene la data da così, come mia volontà, essere presente.

Si produce richiesta di archiviazione notificata con la relativa busta

Con Osservanza
Zarrilli Pino

Firenze, li 02 Maggio 2017

 

 

Annunci

Written by Pino Zarrilli

5 maggio 2017 a 6:26 pm

Pubblicato su Uncategorized

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. fammi sapere il seguito

    Cuccu Valentino

    6 maggio 2017 at 6:21 pm

    • Certo che si Valentino, se non la sera stessa, il giorno successivo pubblico quanto avverrà all’Udienza con il Gip…

      Pino Zarrilli

      6 maggio 2017 at 6:52 pm


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: